Panathlon

Parma Clima sbanca Bologna vincendo il terzo incontro 4-3 con Gonzales sul monte e grande chiusura

Luis Gonzales in battuta
Il Parma Clima ha sbancato questa sera il Gianni Falchi di Bologna vincendo il terzo incontro del
fine settimana con il risultato di 4 a 3. La partita non ha risparmiato emozioni con continui sorpassi
e controsorpassi. Decisivo quello operato dai campioni d’Europa al settimo inning. Lanciatore
vincente Danny Rondon, preceduto sul monte di lancio da Contreras e Aldegheri.
La cronaca
Marcello Saccardi ha dovuto mescolare le carte alla luce della presenza sul monte di lancio di
Carlos Contreras. I regolamenti prevedono la presenza in campo di due soli giocatori stranieri e la
panchina ducale ha inizialmente sacrificato Joseph spostando Desimoni al centro della linea degli
esterni con Flisi e Astorri ai lati. Sambucci ha difeso la prima base con Monello battitore designato.
Nel Bologna Frignani ha dato un turno di riposo ad Agretti ed ha schierato Fuzzi in terza base. Non
potendo ancora disporre di Molina ha messo la prima palla del match nelle mani di Joseph Cuomo.
Il Parma Clima si è portato subito in vantaggio. Cuomo ha lanciato quattro ball consecutivi a
Desimoni che ha messo a segno il primo punto dell’incontro sfruttando una palla mancata e un

singolo di Cesare Astorri. Immediato il pareggio bolognese, facilitato da un inizio censurabile della difesa ospite.

Helder ha raggiunto la seconda base sfruttando un errore di Battioni, bravo a difendere la palla ma autore di

un’assistenza troppo alta, ed ha completato il giro delle basi con un lancio pazzo ed una palla
mancata.
Anche la difesa del Bologna non si è dimostrata perfetta e al secondo inning ha concesso un nuovo
vantaggio al Parma Clima. Cuomo ha colpito Battioni che è arrivato fino alla terza base grazie ad
una rubata e un tiro errato del ricevitore: sulla successiva battuta di Desimoni verso la prima base è
arrivata un’incertezza di Helder che ha concesso la prima base al leadoff parmigiano e il punto del 2
a 1 a Battioni.
La partita di Cuomo (3 rl, 2 p, 1pgl, 1 bvc, 2 bb, 2 hbp, 1 so) è durata tre riprese. All’inizio della
quarta ripresa lo ha rilevato Federico Robles. Il match di Contreras (4 rl, 1 p, 0 pgl, 1 bvc, 1 bb, 2
so) è durato un inning in più. Il pitcher dominicano (59 lanci complessivi) ha lasciato il monte a
Mattia Aldegheri che ha iniziato il proprio lavoro con due strikeout consecutivi ai danni di Deotto e
Fuzzi e un facile out su Dreni.
Al sesto il Bologna ha però rovesciato il risultato. Helder ha battuto un singolo a destra ed è stato
riportato a casa base da un triplo tra gli esterni di Albert: il punto del 3 a 2 è stato battuto a casa dal
pinch hitter Agretti che ha indovinato un singolo a destra contro il nuovo entrato Rondon.
Partita finita? Neppure per idea. Albert ha commesso un marchiano errore lasciando cadere una
volata di Battioni e Joseph, in battuta per Flisi, ha pareggiato la partita con un singolo al centro. La
panchina di casa è corsa ai ripari sostituendo Robles con il mancino Civit che ha ben difeso il bunt
di sacrificio con il quale Desimoni ha spinto Joseph in terza ma che poi è stato tradito da un errore
di Helder che non è riuscito a difendere una battuta verso la prima base di Noel Gonzalez.
Il Parma Clima si è ritrovato in vantaggio per 4 a 3 ed ha provato a chiudere il match confermando
Rondon sul monte di lancio.
Il venezuelano di passaporto portoghese ha iniziato la settima ripresa con uno strikeout su Fuzzi, ha
ottenuto il secondo out con una precisa assistenza di Battioni ma poi ha subito un fortunoso doppio
da Dobboletta: per chiudere vittoriosamente il match si è resa necessaria una solidissima giocata
difensiva di Luis Gonzalez che ha brillantemente neutralizzato una battuta di Helder.