GLI APPUNTAMENTI PER I SOCI DEL CLUB

Chi ci sta vedendo

Abbiamo 126 visitatori e nessun utente online

Elenco articoli

Un successo la Mostra di Ferrarini nel Comune di San Polo di Torrile

Bella davvero la Mostra sui Manifesti del lavoro di Vittorio Ferrarini ospitata da stamane nel salone consiliare del Comune di San Paolo di Torrile, originale nella sua sistemazione, eccezionale per i contenuti ben evidenziati negli interventi del Sindaco, Alessandro Fadda, dall’onorevole Patrizia Maestri, dalla critica d’arte Stefania Provinciali e da Valentina Anelli, della segretaria sindacale della Zona Sorbolo Colorno. E naturalmente dalle parole del nostro illustre Socio, in evidenza coi suoi quadri ed ora con i manifesti del primo Novecento della Repubblica Ceca: in uno dei quali, che ritrae una scuola, con tanto di crocefisso, destinato presto a sparire.

Filippo Allodi di Orienteering ( a sinistra) e Paolo Gandolfi ( a destra) fotografano l'inizio del dibattito sulla Mostra. Quindi lo Dsevod Maurizio Trapelli, Presidente della Famija Pramzana, conversa con uno degli ospiti, Lino Cardarelli giunto dalla Svizzera.

Immagini che danno un’idea di quel passato- ha detto la Provinciali- soprattutto per noi che siamo abituati ai manifesti pubblicitari mentre questi, ”salvati” con lungimiranza da Ferrarini, rispecchiano nei dettagli un’epoca storica dove era importante anche il lavoro degli scalpellini, dunque un’altra Mostra prestigiosa come quella dei dipinti del Museo di Bardi” che nei prossimi giorni vedrà, fra l’altro, la visita del Principe Alberto di Monaco e alla quale ovviamente è stato invitato anche Ferrarini. Per Vittorio l’occasione di ricordare come assieme ad un amico si mise a rovistare nei mercatini di Praga dove nessuno comprava questi “ricordi” che facevano parte di un passato da cancellare e non da rinverdire come ha fatto lui. Per il Sindaco Fadda l’invito a visitare la mostra aperta a tutti nella sede del Comune “realizzata grazie all’amicizia che ci lega con Ferrarini già autore in questa sede di un’altra Mostra prestigiosa. Presente anche lo Dsèvod, Maurizio Trapelli, solita classe ed eleganza nel sottolineare la “parmigianità” dell’evento e di Vittorio Ferrarini, complimentato da diversi panathleti come Paolo Gandolfi e Antonio Maselli, senza dimenticare il “bravo” di un ilustre strajè pr’al mond, Lino Cardarelli che dalla Svizzera ha puntato su Parma – come aveva fatto anche la settimana corsa all’Astra per il Cus- per non perdersi questa bella inaugurazione. Presente fra i tanti anche Filippo Allodi, figlio dell'amico e giornalista Carlo, cui si deve il rilancio dell’Orienteering con tanto di Associazione che si ripromette di essere in prima linea in occasione di Parma città della cultura: un’idea davvero felice in grado di “collaborare” con chi verrà in visita in città e provincia trovando così facile accesso alle zone monumentali e alla loro storia. Da ricordare infine Grazie allo Dsevod al prossimo Raduno delle Maschere Italiane, con la partecipazione di 170 maschere provenienti da ogni angolo della penisola, ognuna rappresentante la sintesi dell’eccellenza del proprio territorio e non impersonificate da attori di teatro ma da persone normali. L'appuntamento è per  il 23 e 24 maggio con la quarta edizione tra Parma e Colorno.

 In alto Ferrarini racconta l'iter della sua ricerca sui mercatini di Praga. Il sindaco Alessandro Fadda dà il via all'inaugurazione quindi il manifesto del maestro di scuola con i suoi allievi. Da notare il crocefisso ben affisso nell'aula, ancora per poco. Antonio Maselli e Cardarelli prima dell'inaugurazione e poi Vittorio con Isabella, la critica d'arte Stefania Provinciali e i panathleti e poi coi due Gandolfi.

joomla templatesfree joomla templatestemplate joomla

Ricerca Articoli

Back to Top