GLI APPUNTAMENTI PER I SOCI DEL CLUB

Chi ci sta vedendo

Abbiamo 35 visitatori e nessun utente online

Elenco articoli

La partita di don Sergio Sacchi, giovedì allo Stuard , fra le formazioni delle sue due parrocchie

Nella bella foto di Corrado Benedetti il gruppo di fedelissimi di don Sergio dopo avere assistito alla Messa al Giardino di Noceto

A quasi un anno dalla scomparsa, i fedelissimi di don Sergio Sacchi, gli esponenti della sua Famiglia, parrocchiani, giocatori, dirigenti, con Giorgio Gandolfi a rappresentare il presidente Artemio Carra, impegnato a Padova, si sono ritrovati a Noceto al “Giardino”, cooperativa di solidarietà sociale col presidente Gianluca Agoletti, assieme ai due fratelli Sacchi, Angelo ed Elio nonchè al nipote Michele per assistere alla messa e per parlare della “Partita di don Sergio”, la sfida sul diamante di San Pancrazio dove giovedì prossimo giocheranno a baseball le due formazioni, espressioni delle parrocchie di San Vitale e di Santa Maria del Rosario. Memori dell’ultimo messaggio lasciato dal loro prete: “ Vi dò un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni e gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi, gli uni e gli altri”. Assieme al suo sorriso, rimasto radioso sino a quel giorno, il 7 giugno, quando se n’è andato e poi commemorato col Duomo pieno di gente commossa.

Claudio Iaschi e Stefano De Simoni con le maglie che indosseranno le due squadre

Ieri la messa officiata da don Daniele Franciosi poi la foto di rito con l’occhio implacabile della Nikon di Corrado Benedetti quindi gli immancabili ricordi e gli accenni agli inevitabili mal di schiena con Massimo Fochi, impegnatissimo con la presidenza di Parma Sport e Claudio Iaschi, solito animatore delle manifestazioni, che hanno cercato di elaborare una formazione per la partita di don Sergio coi presenti. Anche se Gianluca Agoletti, che è stato parrocchiano di entrambe le chiese, ricordava che a San Vitale si facevano vedere pochi giocatori, a parte Cofmann che trascinava a messa anche i più reticenti. Dunque, Massimo Fochi sul monte con Gian Carlo Flocco a casa base assieme a Stefano Galli, in terza Augusto Savignano, poi Maurizio Boschi, giunto da Pesaro, in seconda, con Gianni Gatti, Sandro Rizzi, Luca Salati ad alternarsi sul diamante; sul campo lungo Claudio Iaschi, Claudio Corradi, Lallo Pessina (primo in battuta oerchè è...piccolo) Gigi Ugolotti e il più giovane e pimpante di tutti, Stefano De Simoni, nonchè Giorgio Giovannelli. Infine Gibo Gerali trainer e Andrea Paini, presidente dell’Oltretorrente, come direttore tecnico.

joomla templatesfree joomla templatestemplate joomla

Ricerca Articoli

Back to Top