GLI APPUNTAMENTI PER I SOCI DEL CLUB

Chi ci sta vedendo

Abbiamo 20 visitatori e nessun utente online

Elenco articoli

Un grande lutto per il nostro Club e per lo sport parmigiano: la scomparsa di Luciano Campanini

Un'immagine giovanile di Luciano Campanini con la squadra di basket da lui allestita nel 54' alla Conforti.

 

Aveva 86 anni ed era ammalato da alcuni mesi il nostro Socio ed amico Luciano Campanini, il professor Campanini. Sembrava un malesse passeggero poi piano piano si è rivelato più grave del previdibile. Lo ricorderemo sempre come una figura unica di insegnante, sportivo e giornalista. lo piangiamo noi ma anche tanti ragazzi parmigiani che con lui sono cresciuti a scuola o nelle squadre da lui allenate.

A chi è andato a visitarlo ha riservato ancora quel suo speciale sorriso che è stato l'ingrediente fondamentale del suo insegnamento. Campanini ha infatti dedicato alla scuola la fetta più importante della sua vita (Giordani, Fra Salimbene, Sanvitale…), alternando e mescolando quell’impegno con altri due amori professionali. Nello sport è stato un pioniere del basket, maschile e femminile, ma la sua cultura sportiva era davvero a 360 gradi, come dimostrano l’impegno con Panathlon, Veterani dello Sport e Premio Sport Civiltà. E poi il giornalismo. Aveva iniziato in Gazzetta e alla Gazzetta è rimasto legato, in varie vesti, per oltre mezzo secolo subentrando a Franco Galliani quando scomparve ma rinunciando a lasciare l'insegnamento per diverntare professionista. Come collaboratore e poi come guida ai ragazzi delle scuole che andavano in visita al giornale, o che ospitavano i cronisti nelle loro aule. Una figura davvero unica e indimenticabile, in indissolubile coppia con Anna, la moglie a sua volta insegnante: a lei e al figlio Roberto-“Sandro”, l’abbraccio di tutti i panathleti.  Il presidente Artemio Carra ha espresos il suo dolore ricordano l'impegno come presidente dei Veterani dello sport e la partecipazione alla vita del Panathlon come consigliere e come collaboratore in diverse occasioni. Da parte sua Gianfranco Beltrami ha ricordato commosso di averlo avuto a fianco in tante manifestazion. "Sono stato un suo allievo nella ginnastica e poi nel basket, come presidente del Cus ho trovato in lui un prezioso punto di riferimento come Direttore sportivo di tutte le sezioni. Era una persona di grande cultura sportiva e di rispetto dell'etica. Non possiamo dimenticare i molti atleti usciti dei suoi insegnamenti, a cominciare dal basket per finire all'atletica. E poi fu l'inventore con Walter Fassani ed il dr. Giorgio Orlandini dei Giochi Interazindali"

Il Rosario sarà nella  Chiesa Maria Immacolata in via Casa Bianca venerdì prossimo alle 20,45. Sabato  alle 10,30 il funerale.

Alcuni ricordi della sua vita panathletica; in alto con Tito Stagno, Landi e la Christillin quindi una delle sue recenti partecipazioni ad un convegno panathletico. Quindi uno scherzoso podio approntato da Bellè senza immaginare che un giorno avrebbe raggruppati lui con Luciano e con Guido Sani nell'al di là sicuramente per parlare di sport e raccontarsi le ultime novità. Tre cari Amici di noi tutti che ricorderemo sempre con affetto e rimpianto.

joomla templatesfree joomla templatestemplate joomla

Ricerca Articoli

Back to Top